La Città Invisibile - Il Premio Editoria Indipendente di Qualità
Il logo del Premio Letterario

Il libro "La Città Invisibile. Segni Storie e Memorie di Pace Pane e Guerra" ha vinto, a pochi mesi dalla sua pubblicazione, l'edizione 2008 del Premio Letterario "Editoria Indipendente di Qualità", nella sezione "Storie della Resistenza".
Con tale premio di rilevanza nazionale (organizzato dalle Associazioni Arcilettore e L’Impronta, in collaborazione con la Comunità Montana della Valle Trompia) sono giurie di lettori (oltre duecento, divisi tra le varie sezioni del premio) che consapevolmente individuano, valorizzano e promuovono, presso le librerie indipendenti di tutta Italia, i migliori libri pubblicati dai piccoli editori.

Nella recensione al libro, e che fa da motivazione al premio, si legge: “Ecco noi crediamo che questo resti ancora il metodo più efficace per conservare la memoria della guerra, dei dolori che essa ha provocato, del coraggio di tanti che alla sottomissione al crudele regime nazifascista hanno preferito la strada della ribellione nella Resistenza. In questo volume sono tante le persone che raccontano le loro storie, in modo semplice e toccante, per non dimenticare che la nostra democrazia nasce dal sacrificio di tante persone anonime, che non compariranno mai nei libri di storia ma alle quali dobbiamo un sentimento di gratitudine. Questo è uno dei libri che dovrebbe stare nelle nostre biblioteche private. Per noi e per i nostri figli e nipoti”.

La premiazione è avvenuta la sera di mercoledì 10 dicembre, a Nave (Brescia), con l’assegnazione al libro del marchio registrato "Piccola Editoria di Qualità" con cui avere la giusta visibilità nelle librerie.
Il libro verrà anche promosso in una vetrina telematica e coinvolto in incontri di promozione, a partire dalla prossima Rassegna della Microeditoria Italiana di Chiari riservata ad editori piccoli per l’entità della loro produzione, ma grandi per qualità e passione: un evento che, ogni anno, raccoglie nell’arco di tre giorni un centinaio di piccoli e medi editori di tutta Italia e quasi 10mila visitatori, con decine di presentazioni, dibattiti e incontri.
Premio e rassegna sono nati l’intento di promuovere la lettura, privilegiando l’ottica del lettore, della microeditoria e delle librerie indipendenti, contrapponendo una grande passione alla scarsità delle risorse e difendendo la loro identità, diversità e libertà, nei confronti di altre scelte che, a livello più grande, impongono sempre più il concetto di libro come merce piuttosto che come opera letteraria.

Informazioni più approfondite, sugli altri libri segnalati, sul premio e sull'associazione che lo promuove, sono disponibili sul sito di ARCILETTORE, oltre alle immagini della premiazione.